LA COMPAGNIA:
Il teatroclub, l’autore, il direttore artistico

QUALCUNO PAGA SEMPRE

IL TEATROCLUB AMEDEO GUBINELLI

Il Teatroclub Amedeo Gubinelli è un compagnia che è stata fondata a San Severino Marche nel 1977 da Amedeo Gubinelli e Alberto Pellegrino, che ha operato fino al 1988, mettendo in scena tutte le opere teatrali scritte o adattate da Amedeo Gubinelli che ricopriva anche il ruolo di primo attore. Gli spettacoli allestiti sono stati rappresentati nelle principali città e nei centri di piccola e media grandezza delle Marche, a Roma e a Milano. L’attività si è interrotta nel 1989 a causa della malattia di Amedeo Gubinelli. La compagnia ha ripreso la sua attività nel 1993 con la denominazione di Teatroclub Amedeo Gubinelli, portando sulla scena le varie opere di Gubinelli. Gli spettacoli del Teatroclub, che costituiscono in modo stabile il cartellone a disposizione della committenza, vengono rappresentati nella nostra regione in molti centri dell’entroterra e lungo la riviera adriatica, da Senigallia a San Benedetto del Tronto; inoltre sono andati in scena ad Atri (Pescara) e Atina (Frosinone). Dal 1993 a oggi sono state fatte oltre 300 rappresentazioni, ottenendo il caloroso consenso del pubblico e lusinghieri apprezzamenti da parte della stampa. Al Teatroclub, a partire dal 1993, sono stati assegnati 70 premi a livello regionale e comunale per la qualità delle messe in scena, per il valore dei testi rappresentati, per la bravura degli interpreti.

AMEDEO GUBINELLI

L’AUTORE

Amedeo Gubinelli (Matelica 1925 – San Severino 1991) ha sempre esercitato a San Severino Marche la sua missione sacerdotale caratterizzata dalla sue capacità comunicative, dalla sua creatività e dalla sua instancabile voglia di fare, per cui nel corso della sua vita, oltre alla sua attività pastorale e di docente di religione, ha realizzato centinaia di iniziative spirituali, culturali, teatrali e turistiche. Giornalista fecondo e pungente, ha curato per anni le pagine della Voce Settempedana; è stato un poeta ironico e appassionato e le sue composizioni sono state pubblicate postume nel volume Poesie; è stato un narratore acuto e satirico nelle novelle dedicate al personaggio di Sor Ansermo e raccolte in due volume che hanno goduto e continuano a godere di notevole popolarità. Quando nel 1977 viene fondato il Teatroclub Virgilio Puccitelli, Gubinelli decide di scrivere per le scene e nasce così una serie di lavori dedicati al suo personaggio preferito: Quanno n’ fija se spusa (1978); Natale a casa de Sor Ansermo (1979), ispirata al grande testo di Eduardo; Capita a 50 anni figurate a…20! (1980); E Settempeda non se brusciò (1984), ironica rivisitazione della storia della città romana di Settempeda; Ma che se campa affà?! (1988), la sua ultima commedia che vede un Sor Ansermo ormai vecchio ma sempre pronto a sostenere le piccole battaglie quotidiane nel nome di valori umani e religiosi che riflettevano la personalità dell’autore. Nel 1985 Gubinelli scrive La Legenda dei Santi Severino e Vittorino, dedicata alla vita dei sue santi settempedani, ma il suo capolavoro rimane Patre pe’ procura (1981), uno dei testi più importanti e significativi del teatro dialettale marchigiano del Novecento.

ALBERTO PELLEGRINO

IL DIRETTORE ARTISTICO

Alberto Pellegrino è laureato in giurisprudenza e ha fatto studi di sociologia generale e di sociologia della comunicazione; ha scritto numerosi saggi sulla storia del cinema, della fotografia, del fumetto e della satira disegnata. E’ autore di numerosi testi di educazione civica, sociologia e letteratura italiana. Fra i suoi saggi di storia del teatro vanno segnalati Teatro Feronia. Storia, società e spettacolo; Teatro e società nel Maceratese tra il 1650 e il 1850; Il Teatro nelle Marche; La moda del teatro. Spettacolo e società nelle Marche del primo Ottocento; La civiltà teatrale nella Marca centrale; Itinerari barocchi. Letteratura, musica, e teatro nella San Severino del Seicento; Virgilio Puccitelli e il dramma per musica, Il teatro nella città e la città nel teatro, Spettacolo e società nelle Marche tra Seicento e Ottocento. Ha Pubblicato il libretto dell’opera Orfeo in città (Sonzogno) e alcune raccolte di poesie. Ha curato tutte le regie teatrali del Teatroclub Amedeo Gubinelli. Collabora alle riviste Rocca, Le Cento Città, Lettere dalla Facoltà dell’Università Politecnica delle Marche. E’ il direttore della rivista Musicultura on line.